Sei un ipersensitivo?

Sei un ipersensitivo?

La percezione ipersensoriale (Hypersensory Perception o HSP) è un termine coniato da Theodore Schick Jr. e Lewis Vaughn (due autori e insegnanti di filosofia statunitensi) per descrivere ciò che tutti noi comunemente chiamiamo intuizione.
Se siete grandi osservatori, se sapete cogliere al volo aspetti nascosti di situazioni problematiche per poi risolverle brillantemente, se grazie alla vostra intuizione spesso siete in grado di liberarvi senza sforzo dalle trappole mentali che casualmente, anche nel quotidiano,  incontrate sul vostro cammino, se agli occhi dei vostri amici sembrate quasi possedere indecifrabili poteri psichici, allora con ogni probabilità siete dotati di uno spiccato senso di percezione ipersensoriale!
Alcuni mentalisti padroneggiano questa facoltà in maniera innata, mentre altri magari devono ricorrere all’aiuto di qualche trucco magico per dare l’impressione di possederla…
Fondamentalmente però un ipersensitivo è una persona particolarmente abile nell’interpretare il linguaggio del corpo (comunicazione non verbale) o nel cogliere determinati indizi (disseminati involontariamente) che possono dire molto sulle abitudini che caratterizzano la personalità degli individui che ci circondano. Altri ancora sono in grado di decifrare con estrema facilità le espressioni facciali anche impercettibili e capire immediatamente quale stato emotivo sta vivendo il proprio interlocutore in un dato momento.
I messaggi lanciati dalla comunicazione non verbale possono essere molto profondi. Se ci facciamo caso, giorno per giorno, potremo implementare questa abilità speciale, avvicinandoci alla condizione di ipersensitivi!