Non si può fermare il tempo

Non si può fermare il tempo

Non si può fermare il tempo, nemmeno quello atmosferico.

Il violento temporale che si è abbattuto sull’Astigiano ha impedito lo svolgersi dello spettacolo di arte varia organizzato da La Nuova Provincia per lunedì 28 luglio in piazza Cattedrale ad Asti, a conclusione della rassegna internazionale AstiMusica 2014.

Tutti gli artisti invitati dalla testata giornalistica si sono radunati sul palcoscenico in attesa di conoscere gli sviluppi meteo, gettando poi la spugna e arrendendosi alla furia delle intemperie.

Il pubblico astigiano attendeva da tempo la kermesse che, attraverso la conduzione del Direttore Flavio Duretto affiancato da Calina Pletosu, Miss Muretto di Alassio 2014, avrebbe visto avvicendarsi sul palco le allieve della scuola di danza My Day, gli acrobati del circo Chapitombolo, Stefano Corona, reduce dalle fatiche di The Voice of Italy, l’ex voce dei Nomadi Danilo Sacco, i finalisti del contest musicale del Jamaica e ovviamente l’intervento mentalistico di Mazz Mariano.

Niente esibizione di fronte al grande pubblico quindi, ma soltanto un breve scambio di battute e opinioni fra i protagonisti, la firma di alcuni autografi e lo scatto di qualche fotografia con i fans più temerari che si sono presentati comunque in piazza nella speranza di assistere alla performance dei propri beniamini.

Per ingannare l’attesa e stemperare la delusione però ho pensato bene di improvvisare un brevissimo show “privato”, coinvolgendo alcuni dei presenti. Un modo come un altro per provare a non arrendersi completamente all’ineluttabilità degli eventi atmosferici.

Spero avremo presto un’altra possibilità per proporre tutti insieme le nostre performance agli spettatori astigiani.

Alla prossima occasione!

Fotogallery e servizio dal sito web de La Nuova Provincia qui: http://www.lanuovaprovincia.it/stories/musica/28794_lacquazzone_impedisce_lo_spettacolo_de_la_nuova_provincia/